Indipendenza Veneta 2021

Vogliamo diventare il partito del territorio. 

Vogliamo creare il futuro che il Veneto ambisce.

Leggi tutte le nostre ultime news
Consulta la rassegna stampa selezionata per te
Vuoi saperne di più sul Referendum sull’Autonomia del Veneto
Tutto sulle Elezioni Regionali 2020
La nostra Solidarietà ai prigionieri politici catalani
Vedi come Chiedere al tuo Comune di approvare il sostegno alla Catalogna

Indipendenza Veneta 2021, ripartiamo.

Con il congresso del 17 gennaio 2021 di Indipendenza Veneta è stato eletto il neo segretario Michele Favero.

Favero, padovano, ha presentato i cardini del programma politico e le prime azioni organizzative della ripartenza. 

Lo accompagneranno nelle vesti di Consiglieri Nazionali i soci: 

Alessia Bellon (TV), Daniel Basso (VE), Christian Pedon (VI), Luigi Boldo (VR), Carlo Zanette (TV)

Le prime parole del neo segretario: 

“Si riparte da dove abbiamo iniziato il nostro percorso quasi 10 anni fa, ovvero dalla Libertà e dignità per il Popolo Veneto attraverso il diritto all’autodeterminazione. 

Vogliamo diventare il partito del territorio che oggi non c’è. Vogliamo creare il futuro che il Veneto ambisce.” 

Un ringraziamento doveroso per il lavoro svolto dal portavoce Juri De Luca e a tutti i membri del Consiglio Nazionale. 

Il Diritto all’Indipendenza

Indipendenza e Autodeterminazione a volte vengono usati erroneamente come sinonimi.

Per fugare ogni dubbio è bene essere chiari: l’indipendenza è il fine mentre l’autodeterminazione è il mezzo.

Così per arrivare all’indipendenza del Popolo Veneto con metodo pacifico, legale e democratico è necessario avvalersi di un percorso riconosciuto 

La Nostra Visione

Perché non realizzare il sogno di vivere finalmente in un luogo dove lo Stato è leggero e si mette al servizio del cittadino, dove chi ha voglia di fare impresa può farla facilmente, dove costruire una famiglia sia un diritto e non più un privilegio, dove il lavoro sia realizzazione, dove poter assecondare il desiderio di conoscenza attraverso l’apertura al mondo, dove trovare spazio per le proprie passioni, dove i più deboli vengano realmente aiutati e non emarginati, dove la libertà si esprima attraverso la responsabilità di ogni cittadino, dove il patrimonio culturale e ambientale abbiano le tutele che meritano, dove chi ha voglia di impegnarsi raccolga le giuste soddisfazioni, dove chi ha di più partecipi con gioia alla crescita della Comunità.

Referendum sull’autonomia del Veneto del 22 ottobre 2017

Vuoi sapere com’è nato il referendum?

Vuoi rimanere aggiornato su come sta andando la trattativa tra le Regione Veneto e lo Stato Italiano?